EMULSIONANTI IDROFILI E LIPOFILI: COME UTILIZZARLI?

LE NOZIONI BASE PER INIZIARE A SPIGNATTARE, GLI ERRORI E LE SOLUZIONI E INFO PER CHI E' ALLE PRIME ARMI

Moderatori: quana, Sara79

Regole del forum
Condividi
Rispondi
Avatar utente
Lalla
Messaggi: 2316
Iscritto il: 21/09/2011, 13:19
Località: Gaiole in Chianti
Contatta:

EMULSIONANTI IDROFILI E LIPOFILI: COME UTILIZZARLI?

Messaggio da Lalla »

Buon giorno a tutte
è già da un pò di tempo che sto cercando di capire meglio da cosa siano composti i comuni emulsionanti che utilizziamo per le nostre formulazioni e, mi sono !intoppata" sul termine idrofilo. Voi mi chiederete il perchè. Dunque ve lo spiego subito.
Una sostanza idrofila, come dice il termine stesso è miscibile in acqua e non in olio, ma ciò che non capivo era il motivo per cui leggevo sempre nelle ricette che anche gli emulsionanti idrofili venivano, anzi vengono sciolti in fase grassa. Questa cosa mi ha portato un pò di confusione per cui sia io, che un altro gruppo di persone abbiamo fatto delle adeguate ricerche su testi di tecniche cosmetiche dove, con nostra grande sorpresa abbiamo appreso che in realtà qualsiasi emulsionante di tipo idrofilo viene sciolto in fase acquosa e non in fase oleosa. Abbiamo iniziato così una serie di sperimentazioni pratiche, le quali ci hanno anche fatto capire come mai si forma la classica scia bianca.
Se l'emulsionante, che per sua natura va inserito in fase acquosa, viene, invece, inserito in fase oleosa tende a non essere bene assorbito dalla nostra pelle nell'immediato e quindi lascia appunto la famosa scia.
Altra scoperta è stata quella riguardante gli autoemulsionanti! Questi contengono sempre sia quello idrofilo che quello lipofilo e per questo motivo possono essere sciolti sia in fase A che in fase B; non solo...possono addirittura esser mescolati tutti insieme agli ingredienti ottenendo così le emulsioni che in gergo si chiamano one pot.
Personalmente ho sperimentato sia con olivem 1000, che con cera n° 3 che con MTG ed alcool cetilico e tutte mi hanno dato gli stessi risultati: assenza di scia bianca, facile spalmabilità, effetto talco sulla pelle. L'unica pecca, se così voglio definirla è quella della consistenza che a mio avviso è molto morbida, ma che andrà sicuramente "aggiustata" con aggiunta di addensanti adeguati.
Scusate se mi sono dilungata, ma mi piacerebbe confrontarmi con voi circa questo argomento. Appena posso posterò le foto delle mie sperimentazioni e penso che lo faranno anche altre persone che sono iscritte qui nel forum e con le quali ho collaborato per arrivare a queste considerazioni.

Esperimento N° 1
fase A tutto insieme
acqua
xantana
olivem
Fase B
olio EVO
Fase C
Cosgard
Immagine

Uploaded with ImageShack.us

Immagine

Uploaded with ImageShack.us
Immagine

Uploaded with ImageShack.us

Esperimento N° 2
Fase A Tutto insieme
Acqua
xantana
MGS
Fase B
Alcool cetilico
Oleolito di iperico
Fase C
Cosgard

Immagine

Uploaded with ImageShack.us

Immagine

Uploaded with ImageShack.us

Esperimento N° 3
Fase A Tutto insieme
Acqua
Xantana
Cera N° 3
Fase B
Olio EVO
fase C
Cosgard

Immagine

Uploaded with ImageShack.us

Immagine

Uploaded with ImageShack.us

Immagine

Uploaded with ImageShack.us

Esperimento N° 1: crema semifluida, molto adatta per il corpo, lascia un effetto talco!

Esperimento N° 2: Latte fluido, piacevole da spalmare, adatto come latte detergente, lascia la pelle morbida ed asciutta

Esperimento N° 3: crema molto consistente, da vasetto, sulla pelle sembra quasi trasparente, adatta per viso o mani con pelle secca, lascia una bella sensazione di morbidezza

Tutte e tre le emulsioni sono O/A e nessuna delle tre ha presentato scia.
Ultima modifica di Lalla il 07/03/2013, 22:56, modificato 1 volta in totale.

Avatar utente
Mintaka
Messaggi: 1340
Iscritto il: 13/02/2012, 11:51
Località: Roma Prenestina

Re: EMULSIONANTI IDROFILI E LIPOFILI: COME UTILIZZARLI?

Messaggio da Mintaka »

Ciao Lalla :D
Più che una descrizione degli ingredienti questa mi sembra più una "tecnica" quindi ti sposto il topic in ABC dello spignatto ;)

Avatar utente
Amelia La Strega
.:|Site Admin|:.
.:|Site Admin|:.
Messaggi: 7188
Iscritto il: 12/06/2011, 11:23
Località: Labico ROMA

Re: EMULSIONANTI IDROFILI E LIPOFILI: COME UTILIZZARLI?

Messaggio da Amelia La Strega »

Sì, Lalla, posta pure le foto. La cosa è interessante assai :Yea:
Ora ho per te una domanda (domandina.. domandona) hai tenuto conto nella formulazione delle creme per il tuo test della cascata dei grassi o hai solo badato alla fase dove sciogliere l'emulsionante?
E' la cascata dei grassi a determinare la scia o dove si scioglie l'emulsionante?

Avatar utente
Lalla
Messaggi: 2316
Iscritto il: 21/09/2011, 13:19
Località: Gaiole in Chianti
Contatta:

Re: EMULSIONANTI IDROFILI E LIPOFILI: COME UTILIZZARLI?

Messaggio da Lalla »

Grazie ragazze per aver spostato l'argomento...ero in difficoltà

Amelia tu sai benissimo cosa io penso della cascata, comunque nelle mie formulazioni proprio perchè sono sperimentali ho utilizzato un unico e solo olio cioè olio d'oliva extravergine (non volevo sprecare oli pregiati ahahahahah); poi ho preparato un latte detergente sciogliendo il MGS in acqua e cetilico in solo oleolito di iperico in girasole....Risultato magnifico!!!!

Credo che a determinare la scia sia la posizione in cui viene sciolto l'emulsionante, ma questa è solo una mia personale considerazione ;-) perchè appunto non ho mai seguito la regola della cascata!

Avatar utente
Amelia La Strega
.:|Site Admin|:.
.:|Site Admin|:.
Messaggi: 7188
Iscritto il: 12/06/2011, 11:23
Località: Labico ROMA

Re: EMULSIONANTI IDROFILI E LIPOFILI: COME UTILIZZARLI?

Messaggio da Amelia La Strega »

Quindi se non erro tu hai notato una netta differenza della scia soltanto cambiando fase all'emulsionante. Entrambe le creme erano di formulazione identica, giusto?

Avatar utente
Lalla
Messaggi: 2316
Iscritto il: 21/09/2011, 13:19
Località: Gaiole in Chianti
Contatta:

Re: EMULSIONANTI IDROFILI E LIPOFILI: COME UTILIZZARLI?

Messaggio da Lalla »

sì le creme identiche senza attivi tranne il conservante che ovviamente ho aggiunto in tutte.
Altra cosa che ho notato è lo strumento con cui emulsioniamo. Mi spiego meglio: i turboemulsori in realtà hanno lame verticali disposte su un cilindro, mentre il minipimer ha lame orizzontali. Ho notato che col minipimer si formano sempre bolle d'aria le quali, a parer mio, influiscono sul cattivo legame che si viene a creare tra le molecole emulsionate quindi ho iniziato ad utilizzare il semplice sbattitore elettrico con le fruste e devo dire che la consistenza della crema cambia notevolmente!

Avatar utente
Amelia La Strega
.:|Site Admin|:.
.:|Site Admin|:.
Messaggi: 7188
Iscritto il: 12/06/2011, 11:23
Località: Labico ROMA

Re: EMULSIONANTI IDROFILI E LIPOFILI: COME UTILIZZARLI?

Messaggio da Amelia La Strega »

Se non lo agiti il minipimer fa il suo lavoro, personalmente mi ci sono trovata meglio che con le fruste.
Il top per me è emulsionare a mano. Fai una fatica abnorme però se le quantità lo consentono (fino a 100/150 gr) io preferisco fare così :mrgreen:

Avatar utente
Lalla
Messaggi: 2316
Iscritto il: 21/09/2011, 13:19
Località: Gaiole in Chianti
Contatta:

Re: EMULSIONANTI IDROFILI E LIPOFILI: COME UTILIZZARLI?

Messaggio da Lalla »

io ormai il minipimer lo uso solo per il sapone.

A mano neanche mi ci provo perchè con la mia artrite sarebbe deleterio ahahahah

Avatar utente
Amelia La Strega
.:|Site Admin|:.
.:|Site Admin|:.
Messaggi: 7188
Iscritto il: 12/06/2011, 11:23
Località: Labico ROMA

Re: EMULSIONANTI IDROFILI E LIPOFILI: COME UTILIZZARLI?

Messaggio da Amelia La Strega »

Ah, beh, allora meglio di no :)

Avatar utente
Giovi
Messaggi: 416
Iscritto il: 05/03/2012, 10:44
Località: Napoli

Re: EMULSIONANTI IDROFILI E LIPOFILI: COME UTILIZZARLI?

Messaggio da Giovi »

Interessante questo discorso...effettivamente la scia bianca non è proprio bella come sensazione sulla pelle...sembra quasi di spalmarsi un sapone...proverò a mettere MGS in fase acquosa e cetilico in fase oleosa...grazie...

Però ho visto che su aromazone c'è scritto sulla scheda del MGS:

Solubilité : A dissoudre dans la phase huileuse à chaud
Dosage : 2-6% (du poids total de votre préparation) à introduire en phase huileuse
Mode opératoire : Emulsification à chaud à environ 70°C

:?: Giovi

Rispondi
Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite