Oggi è il 11/12/2019, 6:19

Regole del forum


Condividi



Rispondi all’argomento  [ 4 messaggi ] 
 TEORIA DEL pH-SCHEDA 
Autore Messaggio
.::Moderatrice::.
.::Moderatrice::.
Avatar utente

Iscritto il: 11/01/2012, 16:30
Messaggi: 2400
Località: Vignola Modena
Rispondi citando
Sai cos’è il pH?


Il termine pH significa letteralmente “potenziale idrogenionico” di una soluzione acquosa, cioè esso è il numero che viene fatto corrispondere alla concentrazione degli ioni H+ in una data soluzione acquosa.

Essendo in soluzioni acquose le concentrazioni degli ioni H+ e degli ioni OH- espresse da valori molto piccoli, da un punto di vista pratico è conveniente utilizzare un operatore matematico che permette di operare con numeri più semplici. Tale operatore viene definito pH

Definizione di pH

Si definisce pH il logaritmo decimale negativo della concentrazione degli ioni H+
pH=-log [H3O+]
Questo significa che il cambiamento di un'unità di pH corrisponde all'aumento di 10 volte (cioè il 1000%) della concentrazione.
Ad esempio, se in soluzione ho 0,000001 di ioni H3O+ (cioè pH 6) portandolo a pH 3 avrò 0,001 H3O+

CIOÈ PARLIAMO SEMPRE DI NUMERI PICCOLI MA LA DIFFERENZA È NOTEVOLE!

Sottolineo questo aspetto per non sottovalutare la questione del pH provocandosi qualche danno cutaneo, può essere pericoloso "giocare" anche con piccole quantità

Quando la quantità di ioni H+ è maggiore di quella degli ioni OH-, allora il pH è ACIDO, nel caso contrario il pH è BASICO.

In altre parole :
n° di pH basso= acidità alta e quindi tanti H+
n° di pH alto= acidità bassa e quindi pochi H+ e molti OH-(alcalina)

Il chimico danese Soerensen, introdusse quella che viene definita la scala del pH e va dal numero 0 al numero 14.

Immagine

La pelle o meglio lo strato cutaneo di una pelle sana e normale ha un pH compreso tra 4,5 e 6,5, detto pH EPICUTANEO o ISOEPIDERMICO, anche se in determinate condizioni, può spostarsi verso l’alcalinità, anche fino a 8.
L’acidità della pelle ha diverse funzioni: mantiene la durezza della cheratina; inibisce la crescita di funghi e di batteri patogeni; contrasta i processi di ossidazione.
In alcune parti del corpo, come le zone intime, l’acidità è ancora maggiore, per garantire una protezione migliore dalle infezioni. La microflora cutanea, composta da tanti microrganismi diversi (funghi, batteri, lieviti...), ha una funzione di mediazione tra l’organismo e il mondo esterno; ad esempio, quando si mette una crema, questa viene “digerita” ed elaborata dalla microflora prima di penetrare.
È quindi molto importante rispettare l’equilibrio naturale dei microrganismi, e l’acidità è un fattore fondamentale per conservare questo equilibrio. In linea di massima i prodotti cosmetici dovrebbero avere un pH isoepidermico, ovvero simile a quello della pelle, cioè acido (il valore medio è intorno na pH 5,5);

Sulla pelle infatti esiste una soluzione acquosa prodotta dalla perspirazione e dal disfacimento cellulare dello strato corneo che è a reazione debolmente acida e sarebbe opportuno che i prodotti cosmetici cutanei avessero un pH molto vicino a quello della pelle.
Infatti l’acidità naturale del mantello idrolipidico ha una sua ben definita funzione protettiva e pertanto il trattamento con prodotti cosmetici alcalini o a pH neutro, turba la fisiologia naturale della cute rendendola secca e arida e disidratandola superficialmente.
L’uso e l’abuso continuo o frequente di alcuni di questi prodotti può comportare una rottura dell’equilibrio dell’acidità cutanea con la comparsa di eritemi, allergie, prurito, arrossamenti, ecc.


TIPO DI ACIDITÀ O ALCALINITÀ, TIPI DI PRODOTTI, APPLICAZIONI IN COSMESI

pH 0__1__2___3
Tipo di acidità o alcalinità: Acidità massima o Acidi forti
Tipi di prodotti: Acido Solforico, Acido Cloridrico, Acido Nitrico, Acido Glicolico
Applicazioni in cosmesi: prodotti ad acidità cosi alta non possono avere alcuna applicazione cosmetica-Peeling medico

pH 3___4
Tipo Di Acidità o Alcalinità: Acidità Media O Acidi Medi
Tipi Di Prodotti: Acido Lattico, Acido Citrico, Acido Acetico
Applicazioni In Cosmesi: Detergenti Intimi, Balsami Dopo Shampoo, Riacidificanti Cutanei Post-Depilatori, Prodotti Per Peeling Estetico.

pH 5____6
Tipo Di Acidità O Alcalinità: Acidità Debole O Acidi Deboli
Tipi Di Prodotti: La Quasi Totalità Dei Prodotti Cosmetici
Applicazioni In Cosmesi: Latti, Tonici Creme Da Giorno E Da Notte, Maschere, Fondotinta, Bagni Schiuma Ecc.

pH 6.5___7.3
Tipo Di Acidità O Alcalinità: Neutralità O Quasi
Tipi Di Prodotti: Acqua, Soluzioni E Prodotti Idroglicolici
Applicazioni In Cosmesi: Struccanti Per Occhi, Lozioni Palpebrali, Shampoo Per Bambini

pH 7.5___8.5
Tipo Di Acidità O Alcalinità: Alcalinità Debole O Alcali Deboli
Tipi Di Prodotti: Geli Colloidali
Applicazioni In Cosmesi: Saponi E Schiume Da Barba

pH 9___10
Tipo Di Acidità O Alcalinità: Alcalinità Media O Alcali Medi
Tipi Di Prodotti: Carbonati Alcalini
Applicazioni In Cosmesi: Saponi Neutri, Saponi Da Toelette

pH 11__12
Tipo Di Acidità O Alcalinità: Alcalinità Forte O Alcali Forti
Tipi Di Prodotti: Ammoniaca
Tipi Di Prodotti: Depilatori Chimici, Prodotti Cheratolitici, Prodotti Schiarenti E Decoloranti

pH 13__14
Tipo Di Acidità O Alcalinità: Alcalinità Massima
Tipi Di Prodotti: Idrossido Di Sodio
Tipi Di Prodotti: Nessuna Applicazione Cosmetica


RIASSUNTO SEMPLIFICATO DI PH DEI NOSTRI COSMETICI:

I cosmetici di cui è misurabile il pH sono tutti quelli che contengono acqua, in particolare:

- latti/tonici/creme O/A -pH tra 4,5 e 6,5
- saponi anche venduti come neutri -pH tra 8,5 e 9,5
- depilatori e prodotti schiarenti -pH tra 11 e 12,5
- struccanti per occhi, shampoo per bimbi -pH tra 6.5 e 7,3
- bagni schiuma per adulti -pH tra 5 e 6
- shampoo per bambini -pH tra 6,5 e 7,5
- detergenti intimi -pH tra 3 e 4
- saponi, schiume da barba, stick -pH tra 7,5 e 8,5

Quando realizziamo i nostri prodotti, spesso, capita che il risultato finale rivela un PH diverso da quello atteso (ad esempio se il prodotto è destinato al viso il pH, che dovrebbe avere la formulazione finita, dovrebbe essere pH 5.5 ma spesso capita che questo valore sia maggiore o minore).

Come correggo, allora il pH!?

Dovendo alzare il pHutilizzerò:
- Bicarbonato di sodio (si usa solo nei casi in cui devo alzare il valore del pH di POCO poiché, altrimenti, avrei bisogno di più elevate quantità di bicarbonato che non solo renderebbero "frizzante" il mio composto ma, in molti casi, anche irritante a breve o lungo termine)

- Soda caustica in soluzione acquosa (pochissime gocce-meglio metterla in una botiglietta di vetro scuro con il tappo contagocce e una etichetta molto visibile e scritta per bene....é molto importante avere massima cura e precisione)

Dovendo abbassare il pH utilizzerò:
- Acido citrico
- Acido lattico

STRUMENTI PER MISURARE IL pH

Cartine tornasole

Immagine

Per misurare il pH dei nostri cosmetici fatti in casa si ricorre, generalmente, all'uso di cartine al tornasole che vengono immerse nel nostro spignatto, per conoscerne l'acidità o l'alcalinità. Dopo l'immersione, il confronto della cartina al tornasole con l' indicatore universale, posto generalmente, quest'ultimo, sulla confezione delle cartine, ci rivelerà il valore di pH.

pHmetro
Il pHmetro-è un apparecchio elettronico molto preciso e il suo uso è molto semplice:
si immerge l’elettrodo in vetro di cui l’apparecchio è dotato nel nostro spignatto e immediatamente sul quadrante dello strumento è possibile leggere il valore del pH.
Ogni pHmetro ha la sua scheda tecnica che indica quante volte e in che modo va calibrato….
La Calibrazione del pH avviene immergendolo in una soluzione tampone comprata a parte….
Ogni volta dopo la misurazione di pH del nostro spignatto bisogna pulire il vostro pHmetro …con acqua distillata messa in una pompetta.
NON PULIAMO CON NESSUN DETERSIVO E NON TOCCHIAMO IL ELETTRODO

Una doverosa precisazione:
Il pH dei nostri spignatti svolge una grande importanza perciò chi si approccia per la prima volta nel mondo dello spignatto e per caso è preso dalla voglia di spignattare vuole farsi qualche spignatto contenente acqua, per prima cosa dovrebbe comprarsi le Cartine Tornasole per misurare il pH




Fonti di informazioni:
"Cosmetologia" di Umberto Borellini
Sito fioriana qui
Sito dermoteca qui
Lavoro svolto in collaborazione con altre moderatrici.




________________________________________

_________________
Immagine


Regole Generali
Come Impostare un Avatar


01/03/2013, 10:24
Profilo
Avatar utente

Iscritto il: 15/08/2014, 22:58
Messaggi: 13
Località: Napoli
Rispondi citando
Articolo stupendo. ...ci sono informazioni dettagliate senza le quali non sarebbe possibile fare un ottimo prodotto! Essendo alle prime armi mi chiedevo se la soda caustica poteva lesionare con il tempo il contenitore di vetro?


18/08/2014, 13:16
Profilo
.::Moderatrice::.
.::Moderatrice::.
Avatar utente

Iscritto il: 29/11/2011, 13:04
Messaggi: 1487
Località: Roma
Rispondi citando
assolutamente no ;)

_________________
REGOLE GENERALI
COME IMPOSTARE UN AVATAR


18/08/2014, 13:52
Profilo
Avatar utente

Iscritto il: 15/08/2014, 22:58
Messaggi: 13
Località: Napoli
Rispondi citando
Poiche sapevo che modificava la sua composizione in bottiglie di vetro ed era per tale motivo che veniva inserita in bottiglie di plastica. Grazie per la risposta


18/08/2014, 21:03
Profilo
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Rispondi all’argomento   [ 4 messaggi ] 

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

cron
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group.
Designed by STSoftware. Hosted by MondoWeb