SAPONE AL LATTE E CANNELLA

RICETTE, CONSIGLI E DOMANDE SULLA CREAZIONE DEL SAPONE FATTO IN CASA

Moderatori: quana, Sara79

Regole del forum
Condividi
Rispondi
Avatar utente
alex66
Messaggi: 2340
Iscritto il: 14/06/2011, 13:26

SAPONE AL LATTE E CANNELLA

Messaggio da alex66 »

carinissimo questo video e bella pure la canzone di sottofondo...

http://www.youtube.com/watch?v=nu0Eips7 ... playnext=2

SAPONE AL LATTE E CANNELLA
(http://www.ilmiosapone.it/ricettemailing.pdf)

218 grammi di olio di oliva
218 grammi di olio di semi di mais
150 grammi di olio di cocco
31 grammi di cera vergine d’api
89 grammi di soda caustica
187 grammi di latte vaccino congelato
1 cucchiaino di cannella in polvere
1 cucchiaino di olio essenziale di cannella

Preparare la soluzione caustica nel latte, quindi miscelare i grassi. Unire le due
misture quando entrambe sono a temperatura di 45 gradi. Al nastro aggiungere le
spezie e l’olio essenziale.

FASE 1 – PREPARAZIONE :
Preparare l’area di lavoro con tutti gli utensili a portata di mano.
In un piccolo contenitore preparate la profumazione finale per il sapone quando sarà pronto : mettete la cannella in polvere e l’olio essenziale, mescolate e riponete il contenitore da una parte.

FASE 2 – LA SOLUZIONE CAUSTICA :
In un vaso di vetro ( o un grosso barattolone sempre di vetro ) pesate il latte congelato e riponetelo all’interno del lavello della cucina.
Adesso, indossando guanti,occhialini e mascherina, prendete un piatto di plastica e mettetelo sulla bilancia e pesatevi sopra la soda caustica che vi occorre. Non prendetela direttamente con le mani anche se avete i guanti, usate un cucchiaio.
Versate piano piano la soda sul latte che sta nel vaso di vetro dentro il lavello. Mescolate con cura, finchè la soda sarà ben sciolta. A questo punto la soluzione comincerà a scaldarsi e ad esalare un pochino di fumo. E’ normale, prendete il vaso, copritelo con uno straccio e lasciatelo da una parte in modo che rimanga ben caldo.

FASE 3 – LA PREPARAZIONE DELL’OLIO :
Mettete nella pentola di acciaio a bordi alti tutto l’olio con la cera d’api, e cominciate a scaldarlo a fuoco basso. Controllate che la temperatura non vada mai oltre i 45°.

FASE 4 – L’EMULSIONE :
Indossate mascherina,occhialini e guanti.
Misurate la temperatura della soluzione caustica e anche quella dell’olio, quando ambedue sono a 45°C, togliete la pentola dal fuoco e cominciate a versare la soluzione caustica nei grassi.
Mescolate con un mestolo di plastica dura e restituente e incorporate bene i due liquidi. Ora prendete il frullatore ad immersione e incominciate a frullare. Alternate fasi di frullatore acceso e frullatore girato a mano per evitare di fondere il motore. Ad ogni modo non smettete MAI di frullare, sia che sia a mano che a motore.
Vedrete che l’6mulsione comincerà a sbiancare ed ad addensarsi. Continuate incessantemente, perché l’operazione di emulsione del sapone è piuttosto lunga, non è breve come per una crema. Può andare da 15 a 50/60 minuti, dipende dal tipo di grassi utilizzati.

FASE 5 – IL NASTRO :
Man mano che si frulla la miscela diventa sempre più densa, bisognerà arrivare al punto che la miscela faccia il cosiddetto “nastro”. Cos’è il “nastro”?
Il nastro si raggiunge quando prelevando un po’ di composto con il mestolo e lasciandolo ricadere sul resto contenuto nella pentola, questo si deposita sulla superficie restando in evidenza. Sembra quasi di poter “scrivere” sulla superficie della pasta di sapone prelevandone un po’ con il mestolo e lasciandola ricadere sopra.

FASE 6 – AGGIUNGERE GLI INGREDIENTI AGGIUNTIVI:
Alla fase del nastro si possono aggiungere gli altri ingredienti, le farine, le spezie, i fiori essiccati, i profumi.
Nel caso della nostra ricetta andiamo a prendere la ciotolina con la cannella e l’olio ess. Di cannella e la versiamo dentro e mescoliamo bene.
Versiamo il sapone negli stampi o nello stampo unico, se abbiamo deciso di tagliarlo poi a fette.

FASE 7 – FASE DEL GEL :
Il sapone appena versato nello stampo deve essere tenuto al caldo per almeno 24 ore. Si mette sopra una pellicola e si avvolge in una coperta e si mette a riposare in un luogo asciutto. In queste 24 ore proseguirà la reazione chimica di saponificazione, precisamente in questa fase attraverserà la “fase del gel”, il composto cioè si scalda e si rapprende fino a diventare lucido e brillante con una consistenza gelatinosa.
Dopo il gel il sapone inizia a diventare duro. Dopo 24 ore il sapone può essre tolto dallo stampo, tagliato a fette se necessita e messo a stagionare per almeno 4/8 settimane ( anche tre mesi, più stagiona e più il sapone è di buona qualità ) prima di essere utilizzato.
In questa fase il sapone infatti non è ancora pronto, è ancora troppo caustico e non può entrare in contatto con la pelle. Soltanto dopo almeno 4 settimane ( dopo 8 è l’optimum ) il sapone è pronto per essere finalmente utilizzato!
Ultima modifica di alex66 il 29/08/2011, 11:54, modificato 1 volta in totale.

Avatar utente
Giadina
Messaggi: 176
Iscritto il: 28/08/2011, 16:31
Località: Catania

Re: SAPONE AL LATTE E CANNELLA

Messaggio da Giadina »

Siiiii :D carina l'idea del sapone alla cannella!! :lol: Tempo fa stavo comprando tutto l'occorrente per fare i saponi da aroma zone ma costa tutto un occhio della testa e me ne sono pentita :) :master: Voi credete che ne sarebbe valsa la pena??
Immagine

Avatar utente
alex66
Messaggi: 2340
Iscritto il: 14/06/2011, 13:26

Re: SAPONE AL LATTE E CANNELLA

Messaggio da alex66 »

secondo me no...il sapone si può fare davvero con poca spesa e con quello che c'è in casa!

olio di oliva : non occorre quello extravergine d'oliva ma va bene anche quello che costa meno, perfino quello di sansa d'oliva

oli di semi : vanno benissimo quelli del supermercato, tipo olio di girasole e di arachidi, c'è perfino chi riutilizza quello già usato per friggere ( filtrato e pulito ovviamente ). Tra l'altro è un modo molto eco-compatibile per smaltire gli oli di frittura.

soda caustica : inferramente o dal cinese un chilo costa 3 euro e ci si fanno almeno 8 chili di sapone circa

acqua : questa almeno è gratis! A volte utilizzo perfino l'acqua di cottura delle verdure che ho lessato, così il sapone mi viene leggermente colorato

stampi : si possono utilizzare quelli in tetrapack delle passate del pomodoro ( come dice giustamente Amelia ), bottiglie di plastica a cui si taglia il cappuccio, contenitori in plastica di formaggi e ricotte, contenitori in silicone per dolci che già si hanno in casa,ecc.ecc. Addirittura si possono usare le formine per il mare dei bambini ( bisogna però ungerle o bagnarle un po' per far poi uscire bene il sapone perchè sono di plastica rigida, io ne ho trovata una abbondanata sulla spiaggia a forma di granchio ). Basta usare un po' di fantasia.

Il mondo del sapone è un mondo magico, una volta che lo scopri non lo abbandoni più...... :cuore:

Avatar utente
Amelia La Strega
.:|Site Admin|:.
.:|Site Admin|:.
Messaggi: 7188
Iscritto il: 12/06/2011, 11:23
Località: Labico ROMA

Re: SAPONE AL LATTE E CANNELLA

Messaggio da Amelia La Strega »

Alex, oltre al link metti gli ingredienti e il procedimento... è un po' scarna questa discussione. :?

Avatar utente
Giadina
Messaggi: 176
Iscritto il: 28/08/2011, 16:31
Località: Catania

Re: SAPONE AL LATTE E CANNELLA

Messaggio da Giadina »

alex66 ha scritto:Il mondo del sapone è un mondo magico, una volta che lo scopri non lo abbandoni più...... :cuore:
Hai ragioneeeeeeee allora proverò a cimentarmi!! Ma per colorare il sapone non si possono utilizzare per esempio i coloranti alimentari?? :mrgreen: Credo che non ci sia niente di meglio di un sapone fatto a mano come pensierino di Natale :D :D :D
Immagine

Avatar utente
alex66
Messaggi: 2340
Iscritto il: 14/06/2011, 13:26

Re: SAPONE AL LATTE E CANNELLA

Messaggio da alex66 »

certo che si possono usare, anche se io preferisco le spezie naturali come la curcuma, il caffè, la paprika, lo zafferano, il karkadè, ecc.ecc.
Si possono usare anche le miche e gli ossidi, non lo vieta nessuno ! ( a parte il costo.... )

Avatar utente
Amelia La Strega
.:|Site Admin|:.
.:|Site Admin|:.
Messaggi: 7188
Iscritto il: 12/06/2011, 11:23
Località: Labico ROMA

Re: SAPONE AL LATTE E CANNELLA

Messaggio da Amelia La Strega »

Giadina ha scritto:Ma per colorare il sapone non si possono utilizzare per esempio i coloranti alimentari??
Dunque.. ho letto in giro che non tutti i coloranti (intesi come marche) resistono alla soda e anche della marca che resiste ci sono alcuni colori che tengono di più e altri che tengono di meno.
Bisognerebbe fare un esperimento.

Avatar utente
alex66
Messaggi: 2340
Iscritto il: 14/06/2011, 13:26

Re: SAPONE AL LATTE E CANNELLA

Messaggio da alex66 »

difatti la soda "mangia" i colori, se metti per esempio il colorante blu non ti esce il sapone blu, bensì verdino....se metti il colorante rosso, ti esce mezzo giallo/arancio.

Per avere il colore esatto che desideri, l'unico metodo attendibile è quello di risciogliere il sapone bianco dopo le fatidiche 8 settimane e colorarlo come meglio credi ;)

Avatar utente
Amelia La Strega
.:|Site Admin|:.
.:|Site Admin|:.
Messaggi: 7188
Iscritto il: 12/06/2011, 11:23
Località: Labico ROMA

Re: SAPONE AL LATTE E CANNELLA

Messaggio da Amelia La Strega »

Io voglio ho fatto delle prove con gli ossidi e reggono. L'unica pecca è che devi fare un colore bello carico perché devi tener conto che a sapone asciutto schiariscono.

Avatar utente
alicette
Messaggi: 16
Iscritto il: 26/10/2013, 6:08
Località: Liguria

Re: SAPONE AL LATTE E CANNELLA

Messaggio da alicette »

Ciao sono alle prime armi con la cosmesi come nell'arte del sapone... :oops:
ho bisogno di un consiglio vorrei riprodurre questo sapone ma vorrei aggiungere il mile e l'avena per dare un effetto scrubbante ed esfoliante...
potete aiutarmi???
basta che le metto a nastro avvenuto vero???
GRazie mille in anticipo :D :cuore:

Rispondi
Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite